Pubblicato da: Willo | 24 giugno 2013

Archeologia politica: Il Grande Centro

Bisognerebbe fare una raccolta – un’antologia completa – del corteggiamento durato cinque anni a Casini e Fini, poi a Monti e Montezemolo. Bisognerebbe farne un’antologia perché ormai ce lo siamo dimenticati tutti e si parla tutti d’altro, del presente, com’è giusto: eppure dal 2008 fino a pochissimi mesi fa nel Pd e dintorni non si è parlato d’altro che di quello – dell’Udc, di Fli, di Scelta Civica – e ora viene da ridere e da piangere solo a pensarci.

Ora di quel centro – anzi il ‘Grande Centro’ come dicevano loro – non è rimasta che polvere, e su ‘Repubblica’ perfino Pisanu suggerisce di chiudere la serranda, mentre il montezemoliano Romano si prende a male parole con il montiano Olivero, particelle elementari che politicamente esistevano soltanto nei titoli dei giornali amici e nei calcoli aritmetici di D’Alema e i suoi cari.

Perfino nella Carta d’Intenti, l’avevano messa, la fondamentale alleanza con il Grande Centro, salvo poi finire per allearsi direttamente con il Grande Mascalzone.

Amen, panta rei. Ma sarebbe bello se qualcuno di quelli che ci hanno fracassato per cinque anni con la necessità di guardare al centro, di aprire al centro, di fare accordi al centro, adesso avesse il coraggio di dirci semplicemente ‘okay, non avevamo capito niente, vivevamo in un mondo parallelo, scusate’.

Piovono rane – Blog – L’espresso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: